Festa del letargo

Lo scorso 16 novembre a Pettorano sul Gizio si è tenuta la prima Festa del Letargo promossa dal Comitato Dalla parte dell’orso, formatosi all’indomani dell’uccisione di un giovane esemplare di orso marsicano.
Una bella giornata di festa ed occasione di un convegno a tema.
Il web è pieno di interessanti articoli e di scenografici servizi sulla giornata. A mio parere, però, è mancato un vero e proprio dibattito che coinvolgesse in prima persona i cittadini.
Di fatto è stata tirata una linea sullo “stato dell’arte” con l’intervento dei soli addetti ai lavori e del sindaco, quale delegato del Presidente dell’ANCI Abruzzo, Luciano Lapenna, presente in sala.
Sono stato pazientemente tra il pubblico ad ascoltare per circa tre ore gli interventi di qualità dei relatori, tra cui figurava anche Fulco Pratesi, Presidente onorario del WWF Italia.
Mi sarei aspettato che gli amministratori comunali fossero tutti presenti, ma così non è stato (sic!). Erano tutti assenti, fatta eccezione per il primo cittadino ed il capogruppo di maggioranza, in veste di Presidente del PNALM.
L’idea che mi sono fatto è che quasi si è voluto nascondere l’inadeguatezza del sistema, soprattutto a Pettorano, dove la presenza di più orsi confidenti è durata per settimane ed è continuata lungamente anche dopo la morte annunciata dell’esemplare denominato Biagio.
Va bene la festa, ma non dimentichiamo ciò che è realmente accaduto in questi ultimi mesi!
Se è stata necessaria la nascita di un Comitato Dalla parte dell’orso per sensibilizzare la politica e gli addetti ai lavori, evidentemente chi doveva -e poteva- non ha operato al meglio.
Se la Riserva Naturale Regionale Monte Genzana Alto Gizio è stata creata soprattutto con l’obiettivo di garantire e di favorire la stabile presenza dell’orso nel nostro territorio, non può essere considerato un fatto imprevisto ed imprevedibile che gli orsi confidenti si siano avvicinati alla zona antropizzata!
D’altronde lo avevano già fatto da anni a Scanno e Villalago e nell’autunno 2013 almeno un’orsa, Peppina, era già stata a Pettorano, tant’è che anche io mi ero vantato di averla ricevuta in visita al cancello di casa.
E allora?
Le reti elettrificate e gli altri sistemi di dissuasione alla predazione non andavano acquistati e distribuiti prima?!
E l’informazione alla popolazione da parte degli Enti e del personale preposto?!
NIENTE!
E’ chiaro che alcune carenze normative e qualche intervento estemporaneo del Ministero non hanno aiutato, ma devo necessariamente concordare con l’Assessore Regionale Donato Di Matteo quando afferma che in Italia il guaio sono i troppi impiegati a fronte dei pochi operatori sul campo.

orso-che-dorme1

Annunci

1 Commento

Archiviato in News

Una risposta a “Festa del letargo

  1. L’assessore Stefano D’Amico mi ha fatto sapere che era presente al convegno.
    Mi scuso con lui, ma non lo avevo visto.

Sei responsabile di ciò che scrivi.

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...